osteopatia

prima seduta è gratis
ctos banner banner psicomotricità funzionale bandierine e logo ctos faceboock



Bookmark and Share

Cosa è l'Osteopatia

foto cosa è l'Osteopatia L’Osteopatia, secondo me, è prima di tutto, una “filosofia di vita”. Una filosofia di vita che si manifesta, all’atto pratico, con un approccio olistico della persona, unità di corpo e mente.

Dobbiamo immediatamente sottolineare un concetto importante: l’Osteopatia non tratta le patologie ma è, principalmente, un atto preventivo. Infatti il Dr. Still diceva: “Lo scopo del dottore in Osteopatia è quello di trovare la salute, chiunque può trovare la malattia”.

Il nostro corpo è costituito da ossa, legamenti, muscoli, tessuto connettivo nelle sue varie specializzazioni, sistema nervoso, sistema circolatorio, sistema linfatico e fasce. La salute di ogni individuo deriva appunto dalla interazione e regolazione di tutte queste strutture. La mancata interazione e regolazione di queste strutture porta alla disfunzione osteopatica. L’Osteopatia quindi, è una scienza che tramite una metodica manuale propria molto precisa, osserva e indaga la globalità del paziente per scoprire le zone in disequilibrio nel corpo. La conoscenza dell’anatomia e della fisiologia permettono all’Osteopata di rendere scientifica e coerente l’informazione raccolta dalla sua mano e lo guidano nella scelta dell’intervento terapeutico.

Molte persone che sentono nominare il termine Osteopatia, credono si stia parlando di qualcosa che ha a che fare con la struttura ossea. In realtà, l’Osteopata, attraverso un trattamento esclusivamente manuale e non invasivo, cura il problema cercando di ridare alle strutture del corpo la capacità di svolgere la loro funzione in modo corretto. Il trattamento osteopatico è la sintesi risultante dal lavoro di osservazione, palpazione, e conoscenza sia dell’anatomia che della globalità dell’individuo intervenendo, come già stato detto, laddove si è creata una limitazione di movimento in una o più zone del corpo tale appunto da alterare l’equilibrio. Restituendo mobilità alle strutture interessate, si incoraggia e si supporta la capacità di ripristinare l’equilibrio proprio di ciascun individuo.