osteopatia

prima seduta è gratis
banner psicomotricità funzionale banner osteopatia
ctos banner faceboock


Bookmark and Share

Cenni storici

La Psicomotricità nasce nei servizi di Neuropsichiatria infantile all’inizio del secolo scorso, sotto il nome di rieducazione psicomotoria. Molti autori mettono in evidenza che il trattamento delle malattie mentali passa per il corpo ed i suoi movimenti. Infatti, a livello clinico, si osserva che in tutti i casi di insufficienza mentale, sono sempre presenti disturbi a livello motorio.

Ma ben presto la psicoanalisi mette in evidenza l’importanza del problema affettivo dei bambini che hanno disturbi psicomotori: si osserva infatti che una gran parte di essi presentano immaturità affettiva e mediocre integrazione sociale. Pertanto nella seconda metà del secolo la rieducazione psicomotoria si orienta maggiormente verso una terapia psicomotoria privilegiando la dimensione relazionale. Così facendo però, diviene sempre più manifesto lo squilibrio fra l’affettivo-relazionale ed il funzionale.

Ecco che si fa strada una corrente educativa, fondata da Jean Le Boulch, che considera la persona nella sua globalità e che mette in evidenza come tramite la pratica del lavoro corporeo sia possibile raggiungere la sfera affettiva, cognitiva e motoria-funzionale.